ELIOT per il Centro Trasfusionale più grande d’Italia

Engineering è il partner tecnologico del progetto del “Centro Trasfusionale per la Città Metropolitana di Torino”, la prima delle quattro aree funzionali territoriali previste dal Piano Sangue e Plasma Regionale. Un progetto che colloca la Regione Piemonte ai vertici nazionali nell’adozione dei nuovi modelli multiaziendali e sovraziendali.

Il progetto coinvolge i Servizi di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) delle aziende sanitarie locali e ospedaliere dell’intera Provincia di Torino e il “Centro di Produzione e Validazione Emocomponenti (C.P.V.E.) di Torino” che concentra tutte le attività di produzione, validazione e distribuzione di emocomponenti, la compensazione extraregionale, la cessione di emocomponenti ai SIMT convenzionati. Il sistema gestisce circa 600 donazioni e 900 richieste giornaliere, oltre 460.000 referti e 7 milioni di esami annui.

Uno degli assi portanti nella realizzazione delle reti sovraziendali di servizi che abbracciano ampi territori e una moltitudine di soggetti, è rappresentata dall’infrastruttura tecnologica che deve garantire lo scambio delle informazioni e supportare le attività operative. Il CPVE della Città Metropolitana di Torino ha scelto, in risposta a questa centralità, di costituire un sistema informatico unico per la gestione e lo scambio informativo con i centri trasfusionali convenzionati e con le associazioni dei donatori volontari.

Il compito di costituire l’infrastruttura informatica è affidato a Engineering. ELIOT (AREAS Sistema Trasfusionale) è il sistema sulla quale è costruita la piattaforma applicativa unica utilizzata da tutti gli utenti e le strutture servite. Mentre al Data Center Engineering di Pont-Saint-Martin sono affidati  i servizi di Managed Operations che assicurano la continuità operativa e la piena efficienza dell’infrastruttura realizzata; a garanzia della salute dei cittadini e della qualità del lavoro dei professionisti coinvolti.