Rehosting e downsizing per CNP UniCredit Vita

Costi, qualità, continuità di servizio e incentivo alle performance: un vantaggio tecnologico che si traduce in vantaggio organizzativo.

Oggetto dell’operazione era il porting dell’applicativo per la gestione delle polizze vita da piattaforma Mainframe z/OS ad ambiente Unix AIX, con l'obiettivo di ridurre la spesa IT e garantendo la continuità e la qualità del servizio.

“Obiettivo pienamente centrato, visto che il taglio dei costi è di circa il 50% e che nessuno degli utenti si è accorto che il downsizing era in corso, afferma Filippo Del Boca, Direttore Area Sistemi Informativi di CNP UniCredit Vita. "Un risultato molto apprezzato dai vertici aziendali italiani, che hanno fortemente voluto il progetto, e anche dai manager francesi di CNP, che lo hanno incoraggiato a livello globale e monitorato da vicino”.

I vantaggi del downsizing - La soluzione si affaccia alle politiche di downsizing con risultati, innanzitutto, in termini di ottimizzazione dei tempi, riducendo la durata della fase tecnologica di migrazione dei codici sorgenti attraverso tool automatici e minimizzando la possibilità di errore.

Anche l’impatto organizzativo viene ridotto: le funzionalità delle applicazioni legacy e delle interfacce utente vengono mantenute inalterate, riducendo al minimo l’impatto della migrazione stessa sull’organizzazione e sui processi.

Infine, si riducono anche i costi, attraverso una ridefinizione del TCO con un cost saving del 50%. Una maggiore efficienza, dunque, confermata anche da un miglioramento delle performance elaborative. “Attraverso l’innovazione tecnologica abbiamo potuto registrare un perfezionamento nell’ambito delle performance elaborative pari al 35%, spiega Del Boca. Per esempio, grazie alla virtualizzazione delle macchine abbiamo ottenuto la possibilità di processare grossi batch in orario lavorativo, senza influire sull’attività della rete di vendita”.

L'obiettivo del progetto
Ottenere una sostanziale riduzione dei costi senza abbandonare la procedura applicativa mission critical su Mainframe: è la richiesta avanzata da CNP UniCredit Vita per la gestione delle polizze vita.

In seguito a una collaborazione che aveva già preso piede nel 2005, la partnership con CNP UniCredit Vita si è consolidata verso un progetto di ReHosting e downsizing da Mainframe, con gestione triennale della nuova piattaforma.

Continuità di servizio
Il progetto di rehosting comprende la gestione operativa e sistemistica del nuovo ambiente Unix AIX, la gestione di backup fisico dei dati, i servizi di monitoraggio e controllo, il reporting dei livelli di servizio e il servizio di disaster recovery a freddo. Il tutto senza interrompere la continuità di servizio.

“Era un aspetto particolarmente delicato, connesso con l’operatività tipica della bank insurance, sottolinea Del Boca. Non potevamo permetterci alcuna sospensione dell’accesso alla applicazione, perché le filiali si collegano on line all’applicazione ogni qualvolta il cliente si presenta al desk e chiede di accedere alla propria polizza o di modificarla. La qualità del rilascio è stata buona e ne siamo soddisfatti”.

Da un ambiente legacy a uno open
Dal punto di vista tecnologico, questa innovazione è stata attuata anche grazie alla potenzialità del rehosting di sfruttare la capacità del linguaggio Cobol (ancora oggi presente nell’80% delle applicazioni mission critical delle aziende) di evolversi ed essere, così, “portato” da un sistema a un altro, con grande flessibilità e adattabilità, evitando interventi di riscrittura delle applicazioni, limitati solo a casi eccezionali.

La soluzione adottata, infatti, ha consentito il trasferimento dell’applicazione da un ambiente legacy, ossia vincolato a un unico fornitore di sistema operativo, a uno open, senza effettuare sostanziali interventi applicativi sul codice sorgente e sul disegno dell’applicazione stessa, ma intervenendo con strumenti automatici di traduzione oppure con interfacce di normalizzazione dei protocolli.

Soluzioni complementari a basso costo
Rispetto alla piattaforma Mainframe precedentemente utilizzata da CNP UniCredit Vita, la nuova piattaforma Unix AIX proposta concede alle aziende maggiore flessibilità nella fruizione di risorse aggiuntive a costi inferiori, grazie all’ambiente aperto di destinazione, che offre un’ampia scelta di soluzioni tecniche per le implementazioni applicative e di rete.