La Dematerializzazione della “Ricetta Rossa” per la Regione Veneto

Il progetto della Regione Veneto supportato da Engineering ha vinto il premio eGov 2014 nella categoria "Efficienza interna e semplificazione".

La digitalizzazione delle ricette mediche è uno degli interventi centrali per l’attuazione dell’Agenda Digitale sul fronte dell’innovazione e dell’efficientamento della sanità italiana: un intervento prioritario per l’incremento della qualità del servizio e ancor di più per il controllo della spesa sanitaria.

La Regione Veneto è una delle prime regioni italiane a raggiungere questo obiettivo. La dematerializzazione della ricetta medica vede la creazione di un flusso informativo che mette in collegamento soggetti prescrittori, erogatori e quelli preposti al monitoraggio, ossia, medici di base, pediatri MMG, farmacie, aziende sanitarie, Regione e Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

La digitalizzazione della ricetta garantisce l’eliminazione degli errori prescrittivi a vantaggio di un miglior percorso di cura per il paziente, e contemporaneamente, il controllo della spesa farmaceutica attraverso i controlli da parte della Regione e del MEF.

L’avvio della dematerializzazione della ricetta rossa farmaceutica in Regione Veneto ha un significato strategico che si interseca con la realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale (FSEr). Ogni anno in Veneto vengono prodotte circa 60 milioni di prescrizioni, 40 milioni delle quali farmaceutiche e 20 milioni specialistiche. Grazie alla ricetta dematerializzata il sistema sanitario regionale risparmierà ogni anno circa 3 milioni di euro.

Il progetto vede il contributo tecnologico di Engineering per la realizzazione del Sistema di Accoglienza Regionale (SAR), la componente al centro del sistema regionale che effettua il controllo delle prescrizioni, la raccolta delle informazioni e che comunica in modo sincrono con le cartelle dei MMG, i CUP e la piattaforma del MEF.

Il SAR sviluppato da Engineering è basato sulla piattaforma di integrazione (middleware) open source Spagic e ogni giorno gestisce oltre 500.000 transazioni con tempi di risposta medi di 0,3 secondi rispetto agli 8 prefissati. Il progetto, anche grazie a queste elevate performance tecnologiche, ha vinto il premio eGov 2014 nella categoria "Efficienza interna e semplificazione".