Lo Sportello Virtuale per le prestazioni a sostegno del reddito

Il progetto nasce con il contributo tecnologico di Engineering dall’esigenza dell’INPS di gestire l’inoltro telematico delle domande afferenti all’area delle Prestazioni a Sostegno del Reddito (PRS) tramite Internet.

Tutte le domande acquisite vengono inviate alle sedi competenti che, sempre per via telematica, preparano l’istruttoria e determinano i pagamenti da effettuare, semplificando il rapporto con i cittadini e/o i loro intermediari.

La realizzazione degli “sportelli virtuali” si inquadra nell’ambito della telematizzazione, con la creazione delle componenti applicative necessarie ai fini dell’erogazione dei servizi istituzionali via Internet, come diretta attuazione di vincoli normativi e legislativi in ambito PSR.

Il nuovo modello viene implementato evolvendo i servizi già offerti al cittadino tramite i normali canali Internet, contact center, intermediari (per es. patronati) e sviluppando nuovi servizi applicativi accessibili in modo diretto dall’utente finale o tramite i canali sopra citati. La telematizzazione dei servizi va pertanto collocata in un processo complessivo di efficientamento teso alla riduzione dei tempi di lavorazione, sia per il cittadino (che non dovrà più recarsi presso le sedi dell’istituto), sia per il personale dell’istituto (che non sarà più tenuto a registrare dati presenti su supporti cartacei), oltre che dei costi.

Il principale beneficio derivante dal progetto realizzato da Engineering è dato dalla gestione completamente automatizzata del trattamento delle domande di prestazione e dalla semplificazione del rapporto con i cittadini, con conseguente eliminazione delle code agli sportelli e delle perdite di efficienza determinate dall’uso del supporto cartaceo e dei modelli prestampati. Un ulteriore importante beneficio concerne la riduzione dei tempi di lavorazione, con i conseguenti impatti positivi per il cittadino e per la produttività delle sedi.