La Sorveglianza Marittima: dalle origini al CISE

La consolidata esperienza di Engineering nell'ambito delle soluzioni a supporto della sorveglianza civile e militare in mare.

Engineering si occupa di sorveglianza marittima da oltre quindici anni, proponendosi per la gestione delle attività inerenti il sistema di supporto al comando della Marina Militare Italiana: Maritime Command Control and Information System – Italia (MCCIS).

L’Adozione delle Direttive Europee relative al monitoraggio del traffico marittimo mercantile da parte degli Stati Membri ha permesso l’innesco di un “circolo virtuoso” che ha garantito l’acquisizione di progetti in ambito UE attraverso il riutilizzo delle esperienze maturate in ambito militare (es. SafeSeaNet/STIRES per la European Maritime Safety Agency – EMSA , Consolidated European Reporting System/Single Vessel Database per la Maritime and Coastguard Agency UK – MCA).

Queste realizzazioni sono state fondamentale contributo all’acquisizione di progetti di ricerca europei ispirati al tema della sorveglianza marittima e delle frontiere (es. PERSEUS, BlueMassMed, SAGRES).

Le esperienze acquisite in ambiente civile ci sono servite per espandere funzionalmente i sistemi militari introducendo alcune funzioni inizialmente ignorate dagli utenti perché di diverso dominio (es. la realizzazione del sistema di MSA della Marina Militare Italiana. SMART).

Inoltre, Engineering ha investito nella realizzazione di sistemi di supporto alle attività portuali orientati all’implementazione della Direttiva Europea 2010/65/UE che introducono il concetto di “Interfaccia Unica” o “Single Window”. In virtù di queste esperienze e competenze, Engineering si candida come azienda di riferimento a livello Europeo per l’implementazione delle policy previste dal programma CISE, Common Information Sharing Environment.