VIS: un sistema europeo per l'emissione e la gestione dei visti

Il Visa Information System consente lo scambio di informazioni sui visti tra gli Stati membri dell’accordo di Schengen, aumentando la sicurezza all'interno dell'UE.

L'obiettivo del VIS è quello di facilitare la lotta contro la frode, contribuire alla prevenzione del "Visa shopping", migliorare la consultazione dei visti facilitandone i controlli, contribuire alla sicurezza interna e alla lotta contro il terrorismo. Il sistema informatico che sta alla base del progetto vede una componete tecnologica centralizzata localizzata a Strasburgo, alimentata con tutte le informazioni sui visti di ingresso emessi dai partner dell’accordo.

Engineering supporta le Istituzioni italiane sul tema dei visti di ingresso fin dal 1996, tramite lo sviluppo del progetto per l’ingresso dell’Italia nel trattato di Schengen (ottobre 1997). Per l’integrazione e gestione con il VIS Engineering ha realizzato un'intera suite di applicativi utilizzati sia dal Ministero degli Affari Esteri per l'emissione dei visti presso i consolati e il trattamento automatico delle pratiche, sia dal Ministero dell’Interno per l’emissione dei visti in frontiera e per il controllo dei cittadini stranieri in ingresso.

Il sistema italiano consente, in conformità al Regolamento (CE) 767/2008, il trattamento dei dati alfanumerici e biometrici di tutti i cittadini di Paesi terzi soggetti all’obbligo del visto che hanno presentato domanda. Ogni pratica è corredata dalle impronte digitali che serviranno ai fini della identificazione dei richiedenti il visto.  Questo controllo è utilizzato per la verifica  in frontiera, per la identificazione degli stranieri sul territorio nazionale e per la creazione del dossier (correlazione logica tra le pratiche di visto istruite dai vari Paesi).

A completamento delle funzionalità richieste sono stati realizzati anche un sistema per la cooperazione consolare tra i partner dell’accordo e un sito web per le agenzie di outsourcing che collaborano con i Consolati.